Turismo accessibile: il premio per chi lo fa conoscere

Aperto il bando del Premio “TURISMI ACCESSIBILI - Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere" indetto da Diritti Diretti


Rispetto ad un tempo oggigiorno, attraverso internet e i social network si sente più spesso parlare di accessibilità: obiettivo di numerose associazioni e tema di cui si discute largamente. Il lavoro svolto per una progettazione for all o per l'eliminazione delle barriere architettoniche, sia che riguardi l'accessibilità dei negozi, quella dei trasporti pubblici o delle strutture turistiche è degno di nota e meriterebbe maggiore risalto anche nei media tradizionali come la televisione e la carta stampata. In particolare rispetto a queste ultime, quindi al settore vacanze e turismo, non mancano recenti iniziative e casi di successo che hanno dimostrato, nei fatti, come quella dell’accessibilità sia una strada da perseguire con successo anche economico.

I professionisti della comunicazione (in primis giornalisti e  pubblicitari) che scelgono di dare risalto ai temi dell’accessibilità turistica in tutte le sue declinazioni, svolgono quindi un ruolo importante; quando poi questa comunicazione è di qualità, merita di essere premiata in quanto esempio per l'intero sistema mediatico.


IL CONCORSO
 – Proprio per premiare gli esempi di comunicazione valida che sono stati prodotti nel nostro paese nella pubblicizzazione di interventi effettuati per rendere accessibile il turismo, la onlus Diritti Diretti,  rappresentata dalla direttrice Simona Petaccia, da 3 anni indice il Premio“TURISMI ACCESSIBILI - Giornalisti, Comunicatori e Pubblicitari superano le barriere".


COSA E PER CHI
 - Il premio, sostenuto in media partnership anche da disabilicom, è aperto a“giornalisti, pubblicitari e comunicatori attraverso articoli, servizi radio-televisivi, spot pubblicitari, video e campagne di comunicazione su chi ha prodotto sviluppo socio-economico unendol'accessibilità ai concetti di appeal, innovazione, bellezza e/o sostenibilità.” e alle realtà pubbliche e private (enti, aziende, istituzioni culturali, associazioni ecc.) che hanno affidato iniziative d'informazione e di comunicazione sull'accessibilità a tali professionisti.


CONTENUTI
 - Il premio è rivolto, in sostanza, a chi ha dato spazio e visibilità (attraverso articoli, campagne pubblicitarie o altro)  a progetti che hanno permesso di superare gli “ostacoli architettonici, ambientali e culturali per una fruizione agevole e sicura di mezzi di trasporto, strutture turistico-ricettive o di luoghi 
d'interesse artistico, storico e culturale.”
 Il turismo interessato è di varie tipologie: enogastronomico, culturale, sportivo, balneare, montano ecc.


COME PARTECIPARE
 – Le candidature al premio possono essere fatte fino  al 5 maggio 2018 e l'iscrizione compilando il modulo alla pagina web turismipertutti.it.


PREMI -
 I progetti presentati dai partecipanti concorreranno per due premi: il premio per il progetto più votato dal pubblico (dell’ammontare di 1.000 euro), e quello della giuria esperti, per il quale la onlus Diritti Diretti sceglierà un'opera che verrà premiata con una targa.

Con piacere disabilicom rinnova la propria partecipazione come media partner al Premio Nazionale TURISMI ACCESSIBILI, un progetto che tra i suoi pregi ha quello di mettere in luce le buone prassi legate alla accessibilità intesa e comunicata come un’opportunità di crescita anche economica. Una visione, quindi, che si stacca dalla eccezionalità o dalla “specialità” con la quale vengono spesso intese queste iniziative, contribuendo così all’innesco di un circolo virtuoso che parte da una comunicazione efficace