Notizie ed Eventi

Conosciamo regole, attrezzature, campioni e organizzazioni degli sport invernali praticati da persone con disabilità

Si sono disputati a Tarvisio,  dal 22 al 31 gennaio 2017, i Campionati Mondiali di sci alpino paralimpico. L'appuntamento internazionale ha portato sulle piste friulane la bellezza di 276 atleti provenienti da 35 nazioni, per dirvi tutto quello che c'è da sapere sugli sport paralimpici invernali.

FEDERAZIONE E CAMPIONI ITALIANI - A livello internazionale gli sport invernali sono regolamentati e gestiti dal Comitato Paralimpico Internazionale attraverso la Para Alpine Skiing Federation, mentre in Italia è la FISIP (Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici) ad occuparsene. Il presidente del CIP Pancalli, fin dalla sua fondazione nel 2010, ha voluto affidare la FISIP a Tiziana Nasi, già al comando del Comitato Organizzatore delle Paralimpiadi di Torino 2006, con l'obiettivo di dare ulteriore lustro ad uno sport capace di portare molti successi all'Italia. Tra i tanti campioni che abbiamo avuto dobbiamo per forza citare Silvia Parente (un oro e tre bronzi a Torino 2006), Gianmaria Dal Maistro (oro a Torino 2006),  Florian Planker (argento a Salt Lake City 2002), Francesca Porcellato (oro a Vancouver 2010), Enzo Masiello (argento e bronzo a Vancouver 2010), Christian Lanthaler e Alessandro Daldoss. 

CLASSIFICAZIONI E ATTREZZATURE - Gli sport paralimpici invernali sono sci alpino, sci nordicoe snowboard. Queste tre discipline si suddividono nelle categorie

  1. standing (atleti seduti)
  2. sitting (atleti in piedi) 
  3. visually impaired (atleti ciechi e ipovedenti).

A sua volta, ogni categoria è suddivisa in classi a seconda del livello di disabilità: gli atletigareggiano insieme ed i tempi vengono modificati a tenendo conto della classificazione. 

Discorso a parte per i visually impaired,  suddivisi nelle categorie:

  • B1 (ciechi totali con guida dotata di megafono e interfono), 
  • B2 (ipovedenti gravi con guida)
  • B3 (ipovedenti meno gravi), e per gli snowboardisti, suddivisi in upper limbed (disabilità ad arti superiori) lower limbed (disabilità ad arti inferiori).


sciatore amputato ad una gambaIl regolamento prevede interessanti ausili per le categorie standing e sitting: i primi possono gareggiare con una sorta di cuscino (guscio in gergo) che permette loro di scivolare meglio sulla neve, mentre i secondi utilizzano degli stabilizzatori per non perdere l'equilibrio. 
SPORT INVERNALI PARALIMPIC IN ITALIA - I Campioni di oggi? Il presente si chiama soprattutto snowboard,  con il trionfo Mondiale di Manuel Pozzerle ed il secondo posto diRoberto Cavicchi nel 2015. Tornando allo sci alpino, occhio a Giacomo Bertagnolli e alla sua guida Fabrizio Casal, campioni in carica in Coppa del Mondo.
Chiudiamo con le parole di buon auspicio che il Presidente Pancalli ha rilasciato nel corso della conferenza stampa di presentazione dei Mondiali di Tarvisio: “Vogliamo cambiare la percezione della disabilità nel mondo, e per fare questo occorre contagiare il territorio con l'anima paralimpica,  con l'obiettivo di portare tanti ragazzi disabili a fare sport”.

Per quanti volessero mettersi alla prova con sci o snowboard paralimpici, abbiamo raccolto alcune proposte nella nostra pagina dedicata allo sci disabili nel nostro speciale vacanze inverno disabili.

Ricorsi per ore di sostegno in più, per il trasporto scolastico, per il sovraffollamento delle classi, per garantire sicurezza: sempre piè spesso le famiglie si rivolgono al giudice

Chi segue i nostri appuntamenti dedicati a scuola e disabilità sa che ci siamo occupati più volte nel corso degli anni della pratica sempre più diffusa dei ricorsi ai tribunali amministrativi da parte delle famiglie per ottenere ore di sostegno in più. Le problematiche relative all’inclusione scolastica e l’esercizio dei diritti connessi, però, troppo spesso riguardano anche altri aspetti ed anche in questi casi, sempre più spesso, è solo grazie ad una sentenza che possono essere affermati i diritti degli alunni con disabilità. E’ il caso, ad esempio, della vicenda del trasposto scolastico in Abruzzo, di cui ci siamo occupati recentemente, che ha visto la Corte Costituzionale enunciare un principio fondamentale: i diritti dei cittadini vengono prima dell’obbligo di pareggio di bilancio.
ALUNNO SU BANCO DI SCUOLA Altre recenti decisioni dei tribunali, riguardanti altre carenze nella realizzazione dell’inclusione scolastica, sono intervenute a riaffermare l’esercizio pieno del diritto allo studio degli alunni con disabilità. E’ il caso, ad esempio, dell’ordinanza del tribunale di Livorno  secondo cui privare dell'insegnante di sostegno é discriminazione. In una classe di scuola secondaria di secondo grado, frequentata da un’allieva con disabilità, infatti, in luogo del docente per il sostegno erano state assegnate ore in cui diversi docenti curricolari di potenziamento si alternavano, rendendo molto problematica la costruzione di un progetto educativo e didattico compiuto, coerente e funzionale. Alla classe, trattandosi di una situazione di gravità, erano state assegnate 18 ore di sostegno. Queste ore, però, non erano stata assegnate ad un docente per il sostegno ma a diversi docenti curricolari di potenziamento appartenenti all’organico dell’autonomia, figure introdotte dalla cosiddetta Buona scuola. Naturalmente, la loro alternanza rendeva impossibile ogni continuità educativa e didattica, compromettendo fortemente la realizzazione di una programmazione organizzata per la realizzazione del successo formativo della ragazza. Non solo: poiché la tipologia di disabilità dell’allieva comporta difficoltà rilevanti di carattere relazionale, l’alternarsi di molteplici figure educative ha impedito la costruzione di quel rapporto di fiducia che in tali situazioni è reso possibile proprio dalla continuità didattica che si realizza nel tempo. Per tali ragioni, l’ordinanza ha ritenuto che si sia trattato di una forma di discriminazione indiretta per l’alunna, poiché posta in una posizione di svantaggio nell’acesso all’istruzione. 
Un’altra sentenza importante, riguardante problematiche molti diverse, è giunta dal tribunale amministrativo di Napoli e riguarda il numero di alunni per classe ed i rischi sismici. In questo caso a rivolgersi al giudice era stato un gruppo di genitori, i quali avevano denunciato la suddivisione di 43 alunni, di cui 5 disabili, in due sole classi. Il giudice, con la sentenza 4706/2016, ha ricordato che la soglia di 20 alunni, in presenza di alunni con  disabilità, rappresenta una garanzia del loro diritto costituzionale all’istruzione. Ha inoltre stabilito che, poiché la scuola interessata si trova una zona ad alto rischio sismico, in questo caso la soglia massima di alunni per classe debba scendere a 17. Troppo spesso, infatti, le aule sono piccole e le classi numerose e ciò non consente il rispetto delle norme sulla prevenzione dei rischi sismici sui luoghi di lavoro, che prevedono 1,80 mq a disposizione per alunno. 

Nella scuola si susseguono a ritmi sempre più serrati riforme, norme e provvedimenti. Prolifera la letteratura, il dibattito. Eppure sempre più spesso sono i diritti fondamentati ad essere messi in discussione dalle prassi. Forse bisognerebbe ripartire da essi. 

1 Febbraio 2017 // Come Febbraio è internazionale prenatale prevenzione delle infezioni mese , stiamo aggiungendo il nostro sostegno, fornendo consigli e informazioni sulla riduzione del rischio di infezioni che conosciamo aumentare il rischio di sviluppare i bambini idrocefalo, e anche la nascita prematura, successivamente aumentando il rischio di idrocefalo a seguito di emorragia intraventricolare (IVH).

Ormai, tutti hanno sicuramente ottenuto il messaggio che il fumo durante la gravidanza non è solo un male per la salute di una donna incinta, ma anche a quella del suo bambino non ancora nato. Il fumo in gravidanza aumenta il rischio di esiti avversi alla nascita, e raddoppia il rischio di parto pretermine. Il più pesante Fumi, più tale probabilità aumenta. Nascita pretermine è uno dei fattori di rischio comunemente associati con idrocefalo, oltre ad avere un impatto negativo sul sistema immunitario immaturo, rendendo neonati prematuri più vulnerabile alle infezioni.

Più in generale, per sé di fumare anche ha un impatto negativo sulla nostra funzione immunitaria, e la nostra capacità di assorbire le sostanze nutrienti vitali (come l'acido folico), che sono fondamentali per la salute prenatale. Ancora una volta questo aumenta il rischio di infezione per la madre e il bambino non ancora nato, e può anche aumentare il rischio di difetti alla nascita, come la spina bifida. Nessuna quantità di fumo durante la gravidanza dovrebbe essere considerato 'sicuro', e le donne dovrebbero idealmente smettere di fumare prima del concepimento, o almeno una volta la gravidanza è stata confermata.

Una infezione che è stata chiaramente identificata come un fattore causale per idrocefalo è l'infezione del cervello, meningite , che infetta le membrane che circondano il cervello e il midollo spinale. La meningite batterica rimane una grave minaccia per la salute mondiale, responsabile di una stima annuale di 170 000 decessi in tutto il mondo. Il modo più efficace per la protezione contro la meningite è quello di completare il programma di raccomandata di vaccinazioni. Tuttavia, come per altri vaccini, questo non fornisce una protezione al 100%, e non tutti i ceppi possono essere vaccinati contro. Ci sono attualmente vaccini per 3 tipi di batteri che possono causare la meningite: Neisseria meningitidis, Streptococcus pneumoniae, Haemophilus influenzae di tipo b (Hib).

Grazie al successo globale del vaccino Hib, le Neisseria meningitidis e batteri Streptococcus pneumoniae sono diventate le cause più comuni di meningite batterica in tutto il mondo. Meningite Meningoccocal (causata dal batterio Neisseria meningitidis), è la variante comunemente responsabile di epidemie a grappolo, la più grande onere di che si verifica in una zona dell'Africa sub-sahariana (la cintura della meningite), che comprende 26 paesi che si estende dal Senegal all'Etiopia. Ci sono un certo numero di fattori che contribuiscono ai focolai visti in questa regione. Per ulteriori informazioni consultare la scheda OMS .

Mentre una vasta e di successo programma di vaccinazione è stato realizzato all'interno di questa regione per indirizzare i bambini di età compresa tra 1-18 e adulti sotto i 30 anni di età, i dati disponibili suggeriscono che è durante il primo mese di vita che i bambini / bambini sono a maggior rischio di sviluppare posta idrocefalo -infectious . Meningite amministrazioni chiunque dovrebbe anche essere trattati con antibiotici appena possibile. Il rischio di diffusione dell'infezione è notevolmente aumentato in cui gli individui vivono in stretta vicinanza l'uno all'altro, o in quelli con un sistema immunitario già indebolito, come i neonati, i bambini e gli anziani.

Ma, quando si parla di rischio di infezione, non stiamo parlando solo di quelli che sono conosciuti a livello mondiale come infezioni gravi '' 'cattivo' o. Clamidia è una malattia batterica molto comune, a trasmissione sessuale che si trasmette da una persona all'altra attraverso avere rapporti sessuali non protetti. Anche se facilmente curabile con antibiotici, preoccupante circa il 70% delle donne con l'infezione non si verifica alcun sintomo a tutti. In superficie non può sembrare essere una grave infezione, ma lasciata non trattata può compromettere seriamente la fertilità futura di una donna, e anche aumentare in modo significativo il suo rischio di avere un parto pretermine. Avendo clamidia durante la gravidanza raddoppia il rischio di un altro comune infezione, vaginosi batterica, che ancora una volta, anche se non è una condizione grave, è considerata un ulteriore fattore di rischio di parto pretermine. Le donne che stanno pianificando una gravidanza (in particolare quelli che hanno sperimentato nascite pretermine in precedenza spontanee) potrebbero voler prendere in considerazione ottenere testato per queste infezioni comuni.

Qualsiasi numero di infezioni può essere responsabile della causa di idrocefalo (direttamente o indirettamente), ed è fondamentale che la ricerca è condotta per continuare a identificare il maggior numero di queste infezioni, come possibile, se vogliamo avere un impatto misurabile sulla prevenzione primaria di idrocefalo in via di sviluppo. I fattori chiave per ridurre il rischio di tali infezioni globali includono: programmi di vaccinazione, efficaci e durevoli, i miglioramenti nella nutrizione (in particolare materna e della nutrizione del bambino), il miglioramento del tenore di vita, i miglioramenti nella fornitura di assistenza sanitaria, e riduzione della povertà. MG 3457 sm

Quando: 24/25 febbraio e 10 marzo dalle ore 9.30 alle ore 13.00 / dalle ore 14.00 alle ore 18.00

Dove: “Sala Rossa” II piano, via San Marino 10, Torino

Destinatari: Architetti professionisti

Obiettivo: fornire strumenti tecnici e pratici per la rilevazione, verifica e valutazione dell’accessibilità strutturale e senso-percettiva in particolare di strutture ricettive e beni culturali e paesaggistici.

E’ prevista una esercitazione pratica individuale in itinere e prova pratica a conclusione.

 

Giovedì, 09 Febbraio 2017 14:15

Sostenere la campagna Web Accessibility

Bruxelles 14 marzo 2016 // La "tecnologia accessibile per la Vita Indipendente" convegno organizzato da Google e del Forum europeo della disabilità ha avuto luogo il 1 marzo presso il Parlamento europeo, a Bruxelles.

Tecnologie innovative facilitano la vita delle persone con disabilità e consentire loro di essere più indipendenti, così come incluso nella società. Inoltre, queste tecnologie migliorano l'accessibilità, che è un presupposto per il godimento di altri diritti umani, quali l'accesso alle informazioni o la libertà di movimento.

L'importanza di queste tecnologie è strettamente legato alla vita quotidiana delle persone con disabilità: il numero dei servizi pubblici erogati attraverso il web è in aumento incessantemente, ma il 80 milioni di europei con disabilità non hanno lo stesso accesso come gli altri a questi servizi .

Il 3 marzo 2012, la Commissione europea ha proposto una direttiva in materia di accessibilità dei siti web enti del settore pubblicoIl campo di applicazione della proposta è quello di armonizzare le esigenze di diversi Stati membri secondo i principi di accessibilità web, come l'adattabilità dei contenuti alle persone con motore, vista, udito e disabilità cognitive.

La proposta è stata presentata al Consiglio europeo, che ha suggerito di ridurre lo spazio di applicabilità della direttiva, diminuendo il numero di siti web e tipi di contenuti inclusi in esso.

Il Forum Europeo della Disabilità, di cui IF è un membro, insieme ad altri 20 reti della società civile, ha iniziato una campagna di ampliare il campo di applicazione della direttivaEDF propone di applicare gli standard web-accessibilità anche ai soggetti privati che hanno diritto di fornire servizi pubblici, al web mobile e applicazioni e ai documenti scaricabili. Infine, dovrebbero essere forniti meccanismi di applicazione, con la creazione di sanzioni efficaci, proporzionate e dissuasive

 

Gruppo Gioco Ospedale: un servizio delle Politiche Educative dedicato ai bambini e ai ragazzi ricoverati all’Ospedale Infantile Regina Margherita e alle loro famiglie

L’attenzione al bambino malato è l’obiettivo principale del servizio Gruppo Gioco Ospedale all’Infantile Regina Margherita, gestito dall’Assessorato alle Politiche educative della Città di Torino. Mariagrazia Pellerino ha visitato la Bibliomouse, la biblioteca per ragazzi aperta a tutti i degenti, alle famiglie e al personale sanitario e la sala gioco nel reparto di chirurgia per i casi più difficili. Il gruppo istituito 30 anni fa, prima come sperimentazione poi come servizio, è composto da sei animatrici comunali che con la loro presenza costante e attraverso il gioco esorcizzano la paura, contribuendo a creare un’atmosfera più serena, a mantenere relazioni positive tra i piccoli, i loro genitori e la vita quotidiana lasciata fuori dall’ospedale.

Prima di cominciare questa esperienza le insegnati avevano seguito un corso di formazione per apprendere quanto era necessario per operare in un contesto ospedaliero. Curano le attività ludiche sia nelle sale, sia nei reparti per coloro che non possono muoversi. I ragazzi e i più piccoli possono dare spazio alla loro creatività realizzando marionette, oggetti in pasta di sale o in gesso, produzioni grafiche, oppure assistere a spettacoli teatrali, musicali o lettura di gruppo. Le sale gioco allestite nei reparti chirurgici, in Nefrologia e Neuropsichiatria, sono aperte dal lunedì al venerdì, in orari gestiti in collaborazione con le associazioni di volontari presenti in corsia. “E’ un punto di eccellenza della Città – ha precisato Pellerino – e questa mattina sono venuta a esprimere la vicinanza dell’Amministrazione a tutte voi che quotidianamente siete impegnate in un’opera preziosa e insostituibile”.

L’ospedale infantile accoglie, nei vari reparti, bambini di tutte le età (dai neonati agli adolescenti). I periodi di degenza variano dal day hospital alle lunghe permanenze, anche se la tendenza è quella di limitare al minimo indispensabile il tempo del ricovero. L’intervento del Gruppo Gioco Ospedale si concretizza in alcuni progetti: La Storia cancellapaura (si trasforma il materiale sanitario – abbassalingua, siringhe, guanti di lattice – in oggetti ludici, per mutare il timore e la diffidenza in conoscenza scoprendone la loro utilità), Il filo di Arianna dedicato ai bambini con spina bifida, che devono affrontare e combattere la sofferenza fisica e psichica con la pratica quotidiana del cateterismo (offre strumenti di gioco e informazione per stimolare il dialogo tra i compagni di scuola, gli insegnanti, le famiglie e per superare i limiti che la malattia impone come i meccanismi di dipendenza o la difficoltà di socializzazione).

Bibliomouse, aperta dal 2001 è stata realizzata grazie alla collaborazione e all’impegno dell’Azienda ospedaliera e della Città. Nel 1997 il Salone Internazionale del Libro ha donato un cospicuo numeri di testi. Molti i bimbi (754 nella fascia d’età compresa tra i 4 e i 6 anni, 745 dai 7 agli 11 anni) e gli adolescenti (457) che quest’anno l’hanno frequentata (2191 lettori) o hanno chiesto un prestito (1873), contro i 403 che hanno scelto i dvd. Con la biblioteca itinerante il carrello carico di libri raggiunge quei reparti, come la divisione di Microcitemia o il Centro Trasfusionale, dove non sono previste attività di intrattenimento e i piccoli ammalati devono restare a letto.

Se l’arrivo in ospedale è sempre un momento di disorientamento e disagio, un intervento chirurgico crea ansia e paura. Operazione in gioco è un percorso didatticoludico rivolto ai bambini da 3 a 8 anni, coinvolge un gruppo di lavoro costituito da personale infermieristico, medici e insegnanti del Gruppo Gioco Ospedale. Quest’anno sono stati coinvolti 1329 bambini, di cui 523 hanno dai 3 ai 5 anni. Viene proposta la realizzazione del libro Lasciati prendere per mano, un racconto scandito dalle fasi temporali e da cosa si deve fare dal ricovero alla dimissione e, per chi lo desidera, un laboratorio in cui i personaggi della favola Tamino e Stella ascoltano le paure, propongono giochi utilizzando materiale sanitario come elettrodi, calzari e camici verdi. Per i ragazzi è stato previsto un percorso multimediale interattivo Play hospital (realizzato con il contributo della Fondazione San Paolo). Gli interventi sono stati estesi nel giugno 2013 nei reparti di Oncologia, Ematologia, Centro trapianti e Day Hospital oncologico. E al termine del percorso ai bambini viene consegnato un diploma di coraggio.

 

Il numero – 02.32.32.32 (rete fissa e mobile) – consente di prenotare i servizi di assistenza delle Sale blu. Si tratta di servizi dedicati ai viaggiatori con disabilità e a ridotta mobilità, anche temporanea. Accolte le richieste delle associazioni di categoria di una tariffa più conveniente. Nel 2016 oltre 300mila interventi di assistenza effettuati dalle Sale Blu

 

ROMA – E’ attivo il nuovo numero telefonico 02.32.32.32 (rete fissa e mobile) per prenotare i servizi di assistenza delle Sale Blu di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane). Si tratta di servizi dedicati ai clienti con disabilità e a ridotta mobilità, anche temporanea, che viaggiano in treno, spiega l’azienda. Da martedì 28 febbraio 2017 il nuovo numero – tariffazione ordinaria in base al gestore telefonico – sostituirà definitivamente il numero 199.30.30.60, che sarà disattivato. Resta invece operativo il numero verde 800.90.60.60 raggiungibile solo da rete fissa. Con la nuova utenza telefonica Rfi accoglie le richieste delle associazioni di categoria mettendo a disposizione dei clienti un servizio con una tariffa più conveniente.
 
I servizi di assistenza delle Sale Blu, che possono essere richiesti a Rfi o alle imprese ferroviarie (in questo caso mentre viene acquistato il biglietto), prevedono: prenotazione del servizio; messa a disposizione di sedia a rotelle (su richiesta); guida in stazione e accompagnamento al treno, con sistemazione al posto assegnato; accoglienza in treno all’arrivo in stazione e guida fino all’uscita di stazione o ad altro treno; accesso al treno con carrello elevatore, per i clienti su sedia a rotelle; trasporto di un bagaglio a mano.
 
Le 14 Sale Blu del network coordinano oltre 270 stazioni ferroviarie – aperte tutti i giorni dalle 6.45 alle 21.30 – e sono operative nelle principali stazioni italiane: Ancona, Bari Centrale, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Genova Piazza Principe, Messina Centrale, Milano Centrale, Napoli Centrale, Reggio Calabria Centrale, Roma Termini, Torino Porta Nuova, Trieste Centrale, Venezia Santa Lucia e Verona Porta Nuova. Tutte le informazioni di dettaglio su tempi e modi di prenotazione di assistenza per i clienti a ridotta mobilità o con disabilità, anche temporanea, sono consultabili sul sito di Rete Ferroviaria Italiana (rfi.it), nella sezione “Accessibilità nelle Stazioni”.
 
I servizi di assistenza erogati attraverso le Sale Blu di Rfi registrano un continuo incremento di richieste e negli ultimi sei anni sono più che raddoppiati, passando da circa 150mila nel 2010 agli oltre 300mila del 2016. Da gennaio 2011 le Sale Blu sono gestite da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) nel ruolo di Station Manager (Gestore di Stazione) in base a quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1371/2007 adottato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’Unione Europea Diritti e obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario.
 
Giovedì, 09 Febbraio 2017 13:54

Giornata mondiale malattie rare

Il 28 febbraio 2017 verrà celebrata la Giornata mondiale delle Malattie Rare, appuntamento ormai consolidato e che, per il corrente anno, la Regione Toscana ha voluto valorizzare con una giornata informativa e di studio presso l’Ospedale “Le Scotte” di Siena (programma e scheda di discrizione in allegato).  Ma se non vogliamo che questo evento diventi la “solita giornata” , con tanti discorsi e buone intenzioni, ma poca concretezza per pazienti e famiglie, ciascuno di noi è chiamato a partecipare e far sentire – forte – la propria “voce”.  ATISB ci sarà.

Quattordicenne argentina, nata con una grave disabilità, ha già pubblicato cinque libri in patria e vinto il Premio Elsa Morante ragazzi 2016. Grazie all’incontro con il poeta italiano Davide Rondoni, il suo ultimo volume è stato tradotto e pubblicato in Italia. Cosa sogna? Continuare a scrivere, naturalmente

Il 27 novembre si è tenuta nella sede del Gruppo Abele in corso Trapani 91/b l’assemblea dei soci. 

Il Presidente Beppe Castagneri, coadiuvato da tutti i membri del Consiglio, ha illustrato le attività realizzate nell’anno, soffermandosi in particolare sulle vacanze estive e sul progetto lavoro. Successivamente il Tesoriere Rocco Dionigi ha reso nota la situazione economica che quest’anno si prevede all’insegna di un lieve attivo.

E’ poi stato il momento del rinnovo del Consiglio Direttivo. Nonostante il caloroso invito ad un maggiore coinvolgimento dei partecipanti, sono stati eletti: Beppe ed Anna Castagneri, Marcella Cernicchiaro, Walter Chiarabaglio, Eugenio Guarene, Efisia Marras, Marilena Mazzon, Antonella Servidio, Donato Viola, tutti membri già del Consiglio uscente.

Il Presidente ha calorosamente ringraziato, a nome dell’assemblea, il Tesoriere Rocco Dionigi che, per impegni di lavoro e di famiglia, non ha potuto ricandidarsi. L’eccellente lavoro svolto da Rocco nei precedenti mandati ha consentito all’associazione di avere costantemente sotto controllo la situazione economica e di presentare in modo inequivocabile dati e consuntivi economici in occasione dei vari bandi pubblici.

Gli obiettivi che il nuovo Consiglio ha proposto, condivisi da tutti, puntano ad intensificare le relazioni con altre organizzazioni che operano nei campi medico e sociale, a coinvolgere sempre più ragazzi e famiglie, oltre che continuare con rinnovato impegno le attività già in corso.

 

A.Pi.S.B. Pranzo sociale

L’assemblea dei soci è stata seguita dal consueto pranzo sociale, evento molto atteso dai ragazzi e dalle loro famiglie. 

Confortati da un buon menù e da un ottimo servizio, nonché dalle torte portate dalle famiglie, stratosferiche per qualità e quantità, allegria e buonumore non hanno tardati a contagiare i 90 partecipanti. A seguire, musica e balli, come sempre animati dall’inesauribile Antonella che riesce sempre a coinvolgere anche i più ritrosi.

I ragazzi si sono scatenati, pur nelle loro carrozzine, cantando e ballando fino a sera.

Davvero una bella festa che ricorderemo a lungo.

   

 

  

 

 

 

     

Domenica 11 dicembre è il giorno che tutti attendono anno dopo anno……ovvero è la data di svolgimento della FESTA DEGLI AUGURI ATISB !!!

Anche quest’anno si svilupperà in due momenti: visita culturale guidata al “circuito museale” di Scarperia (FI), veramente interessante ed unico nel suo genere, per poi proseguire con il pranzo della tradizione presso il Ristorante “Il Colle” di Barberino di M.llo (FI). E non mancheranno doni e sorprese…. I volantini con il programma delle due “attività“ sono stati inviati a mezzo newsletter, adesso non rimane che confermare la propria partecipazione!

 

Cari associati

Come ogni anno, a ridosso del periodo natalizio, ci ritroviamo per il consueto pranzo sociale dell’Associazione.

Quest’anno saremo ospitati dal Gruppo Abele in Corso Trapani 91/b – Torino.

 

Il pranzo sarà preceduto dall’Assemblea dei soci che prevede numerosi argomenti all’ordine del giorno:

  1. Le referenti della vacanza di Caorle illustreranno l’esito della stessa aiutate dai nostri ragazzi
  2. Forniremo un rapporto sul progetto lavoro
  3. A cura del nostro Tesoriere verrà esposta la situazione economica dell’anno in corso
  4. Verrà rinnovato il Consiglio Direttivo
  5. Infine presenteremo le linee guida delle attività per il prossimo biennio e raccoglieremo i vostri suggerimenti in merito.

 

Negli ultimi mesi abbiamo sentito il bisogno di coinvolgere maggiormente le famiglie nella vita dell’Associazione. Pertanto fin da ora invitiamo chi avesse la disponibilità a candidarsi per far parte del prossimo Consiglio. Segnalate le vostre candidature inviando una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure lasciando un messaggio sulla segreteria telefonica n. 0112207472.

 

Vi aspettiamo numerosi, a presto.

Il Consiglio Direttivo A.Pi.S.B.

 

 

IF (International Federation for Spina Bifida and Hydrocephalus) sta cercando associazioni nazionali e regionali che si occupano di spina bifida e/o idrocefalo di tutto il mondo per ampliare i propri membri. Lavorando insieme e attraverso lo scambio di conoscenze ed esperienze, possiamo aiutarci l’un l’altro a migliorare la qualità di vita delle persone con Spina Bifida ed Idrocefalo e delle loro famiglie, e possiamo ridurre la diffusione di difetti al canale neurale ed idrocefalo attraverso la prevenzione primaria.

La tua organizzazione supporta la missione e gli obiettivi di IF (International Federation for Spina Bifida and Hydrocefalus? La tua organizzazione è aperta a persone con Spina Bifida e/o Idrocefalo e le loro famiglie all’interno del vostro territorio? La vostra organizzazione è riconosciuta a livello nazionale? Scaricate il modulo di adesione alla membership IF ed unitevi alla Federazione Internazionale Spina Bifida ed Idrocefalo (IF) per diventare un sostenitore più forte dei diritti delle persone con Spina Bifida ed Idrocefalo e delle loro famiglie!

L’ADESIONE A IF (International Federation for Spina Bifida and Hydrocephalus) PERCHE’ E’ IMPORTANTE?!

-Riceverete le notifiche di conferenze internazionali, Incontri Generali e sarete idonei a partecipare e votare all’Incontro Generale Annuale di IF (International Federation for Spina Bifida and Hydrocephalus).

-Avrete l’opportunità di far sentire la vostra voce su argomenti importanti per le persone con Idrocefalo e Spina Bifida e per le loro famiglie.

-Potrete scambiare i vostri punti di vista e attività con altri membri  ed interagire con organizzazioni e con la legislazione a livello nazionale, europeo e mondiale.

-Riceverete regolari  aggiornamenti internet attraverso newsletter.

E’ ufficialmente terminato il progetto “Lavoro anch’io”, ideato e realizzato per offrire ai giovani

dell’Associazione delle opportunità di esperienze lavorative.

Il progetto è iniziato nel 2014 con un questionario conoscitivo finalizzato a “rompere il ghiaccio” e a

sensibilizzare i giovani al lavoro.

E’ seguita una fase formativa, in cui 7 giovani hanno partecipato ad un corso di informatica e ad un

corso sulla normativa del lavoro.

Infine 5 giovani hanno avuto l’opportunità di sperimentare dei tirocini presso due enti: il Comune di

Torino, tramite l’associazione Volonwrite e la Cooperativa Il Punto, e il Comune di Collegno.

Il progetto è stato finanziato dall’A.Pi.S.B. con il contributo della Fondazione CRT nell’ambito del

bando Vivomeglio 2014.

 

Venerdì, 16 Settembre 2016 13:16

MESE NAZIONALE DELLA SPINA BIFIDA - OTTOBRE 2016

OTTOBRE è il mese che rappresenta, da ormai diversi anni, un appuntamento consolidato nel panorama italiano e internazionale per parlare di prevenzione e qualità della vita delle persone con Spina Bifida. 


Anche nel prossimo ottobre 2016 si svolgerà il “Mese Nazionale della Spina Bifida” promosso da ASBI Italia. 


L’iniziativa si inserisce nel più ampio contesto degli eventi che a livello internazionale culmineranno il 25 ottobre con la Giornata Mondiale della Spina Bifida, promossa dalla nostra Federazione Internazionale IFSBH (International Federation for Spina Bifida and Hydrocephalus). 


Per l’occasione ASBIN (Associazione Spina Bifida Idrocefalo Niguarda) organizzerà con il supporto di ASBI ITALIA "l' Incontro Nazionale Famiglie 2016" nei giorni 15 e 16 ottobre a Milano presso il Klima Hotel.

Il programma di quest’anno prevede:


  •  l’8 ottobre "Come ridurreil rischio di malformazione nei nascituri. Cosa devono sapere le donne.

Sala Convegni Centro “Le Querciole” Via di Cisanello 1/a Ghezzano – Pisa

PROGRAMMA:

Ore 11.00 “ASBI: dall’esperienza personale alla realtà nazionale (Maria Cristina Dieci - Presidente ASBI)

Ore 11.30 “L’acido folico: una vitamina per la vita” (Dr. Marco Bertini - Direttore Medico Laboratorio Baldacci S.p.A. - Pisa)

Ore 12.00 “Alimentazione in gravidanza” (Dott. Luca Gafforio - Medico Chirurgo convenzionato Asl 5 Valdera - specialista in ostetricia e ginecologia)

Per informazioni: E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 050879535 -www.centrolequerciole.it

 


  •  il 15 ottobre a Milano, presso l’Unità Spinale del Niguarda, un Convegno Scientifico con il coinvolgimento dei Centri Spina Bifida italiani, allo scopo di mettere a confronto le esperienze relative alla presa in carico delle persone con Spina Bifida;

L'iscrizione attraverso l'apposita SCHEDA all'Incontro Nazionale Famiglie 2016INCLUDE la partecipazione LIBERA al Convegno scientifico che si svolgerà il sabato 15 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 17.30 presso l’Unità Spinale Unipolare Auditorium Spazio Vita  (ASST Grande Ospedale Metropolitano, Niguarda Ca’Granda Milano) in collaborazione con ASBI (Associazione Spina Bifida Italia) e ASBIN  (Associazione  Spina Bifida e Idrocefalo Niguarda)

 Programma Convegno 15 ottobre

  Scheda di iscrizione Incontro Famiglie e Convegno


  •  il 15 e 16 ottobre a Milano "l'Incontro Nazionale Famiglie 2016" organizzato in collaborazione con ASBIN Niguarda sul tema “Vivere con la Spina Bifida: emozioni, relazioni e azioni”;

  Programma Incontro Nazionale Famiglie

  Scheda di iscrizione Incontro Famiglie e Convegno

 

Durante il mese ASBI Italia con il supporto di alcune Associazioni Spina Bifida locali, allo scopo di sensibilizzare il pubblico (principalmente le donne in età fertile) e la classe medica, darà il via anche una nuova “Campagna di prevenzione” il cui claim recita ‘L’amore per te e per chi ami inizia dalla prevenzione’.

Il visual della campagna è un fiocco verde: un simbolo universalmente riconosciuto rivisitato in modo innovativo con il colore dell’associazione, il verde smeraldo della speranza e del futuro.
La Campagna verrà promossa sia on line che off line.

SPAZIO LIBERO - Centro Aggregazione Disabili

 
  • Vi aspettiamo martedì 28 settembre per la festa di inaugurazione! Dalle ore 16.00 laboratori aperti e dalle ore 18.00 aperitivo con musica dal vivo!
 

Il Centro di Aggregazione Disabili “Spazio Libero” è una realtà tutta nuova.. giovane, dinamica e attenta al benessere delle persone con disabilità motoria. Spazio Libero offre opportunità di socializzazione e mira a riconoscere nel tempo libero uno spazio privilegiato di crescita personale, culturale e cura di sé.

Un contesto di benessere e di relazione accessibile a persone con disabilità motoria, dove poter esprimere e coltivare al meglio le proprie potenzialità e sviluppare abilità creative. E’ un servizio che progetta e propone attività ed iniziative socio-culturali finalizzate al miglioramento della qualità di vita quotidiana facilitando anche l’interazione, il lavoro in autonomia e di gruppo.

Uno spazio libero da popolare, vivere e costruire insieme!

 

  • Il Servizio è stato accreditato dal Comune di Milano nel 2016, le iscrizione sono aperte dal 22 agosto.
  • Le attività di Spazio Libero sono aperte a persone con disabilità motoria maggiorenni, la frequenza sarà libera e gratuita. I costi per le uscite (mostre, cinema, gite..) o gli incontri serali (cene, aperitivi.. ) saranno da ritenersi a carico dell’utente.

 

Obiettivi del Servizio: 

  • offrire opportunità di socializzazione in contesti protetti
  • promuovere le autonomie, la libera scelta e l’implementazione nella auto Gli
  • organizzazione del proprio tempo nel territorio;
  • monitorare il benessere della persona;
  • avere funzione di orientamento alla persona sia rispetto alle risorse del territorio sia,
  • più complessivamente, rispetto al suo Progetto di Vita.

 

Orari e giorni di apertura e programma di massima delle attività organizzate per il mese di settembre: 

 

• Lunedì:

10.30-12.30 Laboratorio Artistico

15.00-17.00 Pet Therapy

• Martedì:

10.30 – 12.30 Informatica

14.00-17.00 Scacchi/burraco/Grand Prix

17.00-21.00 Aperitivo tematico serale preparato dagli utenti presso il centro SV

• Mercoledì

10.30/12.30 informatica

14.00-16.00 Ascolto guidato di musica, visione fil tematici 16.00-18.00 Laboratorio musicale

• Giovedì

14.00-16.00 scacchi/burraco/Grand Prix o attività a scelta

16.00-18.00 Proiezione cinematografica con Medicinema

• Venerdì

15.30-17.30 Orticoltura

15.30-16.30 Teatro

*5 ore Cena/Aperitivo, uscite sul territorio sulla base dell’offerta, organizzate durante la settimana o nel fine settimana secondo disponibilità (cinema, teatro, mostre, eventi, laboratorio creativi, gite fuori porta.. etc)

 

ATTIVITA’ 

L’idea sarà quella di sviluppare le attività settimanali seguendo una tematica specifica scelta dal gruppo e svilupparne i vari aspetti attraverso le attività proposte. Il primo mese di settembre sarà dedicato alla scoperta dei paesi asiatici.. ogni settimana approfondiremo la cultura di un paese passando attraverso le loro tradizioni artistiche e musicali, conosceremo la loro storia, cucineremo e assaggeremo le ricette tipiche locali. Un viaggio alla scoperta di colori, suoni, profumi e sapori nuovi.

 

LEZIONI E TORNEI DI SCACCHI E BURRACO e GRAND PRIX 

Incontri dal vivo e tornei internazionali, anche interattivi
Insegnamento, prove e tornei con modellini radiocomandati professionali (comandi adattati)

 

INFORMATICA: 

Progetto “SPAZIO LIBERO Web”


Progetteremo e svilupperemo insieme uno spazio virtuale dedicato al CAD con l’obiettivo di raccogliere informazioni, lavori ed esperienze del gruppo.

Per chi lo desidera, parte del tempo sarà dedicato ad approfondimenti personali.

 

Web surfing esplorativo

Il gruppo supporterà operativamente lo staff di educatori ricercando informazioni utili alla realizzazione delle varie attività che il gruppo intende sviluppare in base anche alla tematica scelta

  • Uscite: ricerca di eventi, iniziative, località e opportunità per uscite fuori porta di gruppo

  • Web surfing tematico: esempio - ricerche sulla cultura del paese, ricette, film, produzioni artistiche, musica..


ARTE TERAPIA E LABORATORIO ESPRESSIVO:

  • realizzazione artistiche a tema

  • Meditazione artistica: una pratica innovativa di rilassamento e introspezione che libera la mente e lascia spazio a spontanee e inedite produzioni artistiche

 

ORTICOLTURA: 

Le attività del gruppo si svolgeranno durante il periodo invernale e primaverile nello spazio che il Comune ha messo a disposizione presso le serre di Villa Lonati, vicine all’Ospedale Niguarda. Nel periodo estivo l’attività si svolgerà presso il Centro Spazio Vita negli spazi verdi antistanti dedicati all’attività di orticoltura. Accanto alle visite guidate di altri giardini e spazi coltivati attivi sul territorio cittadino e non solo verranno organizzati incontri con esperti su temi quali sana alimentazione, ricerca di utili consigli e curiosità e proiezioni di film sull’argomento.

 

LABORATORIO MUSICALE: 

Musica e cultura: un viaggio attraverso gli stili musicali internazionali, ascolto guidato, visione di film e documentari a tema.

Lezioni di canto e strumento: 

Sarà sperimentato un lavoro individuale e in piccoli gruppi per l’apprendimento di competenze tecniche e teoriche sullo strumento scelto.

I partecipanti al corso saranno coinvolti in una vera e propria “prova di gruppo”, attraverso la quale ogni settimana si andrà a costruire un pezzo del repertorio di brani.

Ogni partecipante potrà scegliere quale strumento imparare a suonare nel corso dei mesi e sarà poi coinvolto nella preparazione di brani scelti dalla direzione artistica al fine di ottenere una vera e propria Band.

Utilizzo della tecnologia SoundBeam: 

Tra gli strumenti e gli ausili a disposizione, il Centro Spazio Vita offre l'utilizzo dell’innovativa tecnologia SoundBeam.
Il prezioso ausilio musicale darà la possibilità anche a persone con disabilità motoria grave di suonare singolarmente ed essere partecipi all’interno di un progetto di musica d’insieme.

Lo strumento è un rilevatore di movimento, il cui funzionamento è simile a quello di un radar: i suoi sensori proiettano nello spazio un fascio di ultrasuoni, che incontrando un ostacolo, rimbalzano indietro alla sorgente. E' in questo modo che i movimenti di una carrozzina o minimi movimenti corporei compiuti all'interno del raggio vengono intercettati e tradotti in note ed effetti musicali.

 

PET THERAPY: 

Incontri di gruppo di Pet Therapy, gli utenti si applicheranno in esercizi guidati con l’ausilio di cani opportunamente addestrati. Verranno inoltre insegnate nozioni base sull’addestramento, gestione e accudimento dell’animale.

 

PROIEZIONI CINEMATOGRAFICHE: 

Ogni giovedì pomeriggio il Centro Spazio Vita in collaborazione con Medicinema Italia offre la visione di film in prima visione o programmazione contemporanea.

 

TEATRO: 

Un approccio alle tecniche teatrali di base utilizzando l’immaginazione, l’evocazione e la scrittura come strumenti principali, funzionali al tipo di utenza dei partecipanti.
Il filo conduttore sarà una poesia o un estratto letterario, ogni volta diverso, punto di partenza per indagare una specifico strumento teatrale e metterlo a servizio della propria narrazione individuale da, pian piano condividere col gruppo. Utilizzeremo in particolar modo la voce, l’immaginazione, l’improvvisazione e la scrittura.

 

USCITE SERALI, APERITIVI E GITE FUORI PORTA: 

Cucineremo insieme, organizzeremo aperitivi, uscite serali e gite fuori porta.

La programmazione del Servizio, pur avendo una struttura ben delineata, viene concordata sulla base dei desideri e degli interessi dei frequentatori del Centro.

 

Procedura per accedere al servizio: 

Per accedere al servizio è necessario compilare la scheda di iscrizione ed inviarla aQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure consegnarla in segreteria presso il Centro.
Per il mese di settembre l’avvio delle attività è previsto nella seconda metà del mese.
Una volta effettuata l’iscrizione fisseremo un incontro generale di approfondimento con gli operatori e un colloquio individuale di approfondimento per definire preferenze, interessi ed esigenze particolari. 

Il gruppo si ritroverà a cadenza settimanale per condividere impressioni e proposte.

 

Che dire... vi aspettiamo!

 

 
Con l'estate 2016 la Cooperativa Spazio Vita Niguarda Onlus amplierà la propria offerta di servizi dedicati a persona con disabilità motorie inaugurando un servizio di accompagnamento con mezzo adattato al trasporto di persone in carrozzina.

CHI PUO’ USUFRUIRE SEL SERVIZIO:

Il servizio si rivolge a persone con disabilità motoria ed è riservato in via prioritaria ai soci AUS Niguarda Onlus e ASBIN Onlus.

Si effettueranno comunque trasporti per la seguente utenza:

  • Degenti dell’Unità Spinale Unipolare di Niguarda, autorizzati alle uscite
  • Pazienti dell’ospedale ricoverati in altri reparti che vorranno frequentare le attività del Centro Spazio Vita
  • Utenti non associati (secondo la disponibilità del mezzo)

TRATTA:

Il servizio di accompagnamento prevede esclusivamente viaggi dalla propria abitazione al Centro Spazio Vita o all’Unità Spinale Unipolare di Niguarda e viceversa.

CONTRIBUTO A COPERTURA DEI COSTI DI ACCOMPAGNAMENTO:

Area urbana: il costo del servizio è di 10€ a tratta (per tratta si intende un singolo viaggio di andata o ritorno)

Area extra urbana: i viaggi fuori dall’area metropolitana (oltre le tangenziali) prevedranno una maggiorazione di 0,20€ per ogni chilometro percorso.

Pedaggi: i costi dei pedaggi sono aggiuntivi e da considerarsi a carico dell’utente

Presso la segreteria Spazio Vita è possibile richiedere carnet da 5 o 10 corse.

CONDIZIONI DEL SERVIZIO

La prenotazione del servizio dovrà essere effettuata necessariamente con 5 giorni lavorativi di anticipo. L’autista assicurerà l’assistenza alla salita e alla discesa della persona con difficoltà motoria. Il veicolo è attrezzato per il trasporto di 3 carrozzine e due accompagnatori.

Qualora si utilizzi una carrozzina elettrica, chiediamo cortesemente di verificare e segnalarci preventivamente le dimensioni di ingombro della medesima.

ORARI E PRENOTAZIONI

Il servizio è attivo 5 giorni su 7 dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00. Eventuali accompagnamenti nei giorni prefestivi e festivi o in diverse fasce orarie saranno concordati singolarmente secondo disponibilità.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:

Per maggiori informazioni sul servizio contattare la segreteria Spazio Vita NiguardaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Tel. 026472490

Per prenotare il servizio di accompagnamento inviare una mail ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Tel. 338-5681771

La Salute in Comune, 1-24 luglio

La Città di Torino in aderenza alle linee guida dell’OMS ha da tempo intrapreso, attraverso il Polo Cittadino della Salute, un percorso mirato a sviluppare un programma di salute per il miglioramento del benessere dei cittadini, rafforzando l’adozione di una metodologia di rete e di cooperazione.

Salute come bene capace di generare influenze decisive sulla coesione sociale, sulla qualità della vita e sull’equità di accesso ai servizi.

Per diffondere al meglio il proprio messaggio, ogni anno, il Polo Cittadino della Salute organizza un evento, “La Salute in Comune”: circa un mese di appuntamenti culturali, ricreativi, musicali, teatrali, laboratoriali e culinari tutti incentrati sul tema della salute.

Il programma

 

CAMPO ESTIVO SAN FELICE CIRCEO 24-31 LUGLIO 2016

Pagina 3 di 6